Città metropolitane


FONTE UFFICIALE
Programma Operativo Nazionale 2014 – 2020
Codice Identificativo: CCI

DURATA
01/01/2014 – 31/12/2020

ENTE EROGATORE
Per la parte FSE: Commissione Europea Direzione Generale Occupazione, Affari Sociali & Inclusione
Per la parte FESR: Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale

AUTORITÀ DI GESTIONE
Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica.

OBIETTIVI TEMATICI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE E PRIORITÀ DI INVESTIMENTO
OT2 – Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché l’impiego e la qualità delle medesime
OT4 – Sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori
OT9 – Promuovere l’inclusione sociale, combattere la povertà e ogni forma di discriminazione

ASSI, PRIORITÀ DI INVESTIMENTO, OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONI
ASSE 1 – Agenda digitale metropolitana
Priorità
2.c – Rafforzare le applicazioni delle TIC per l’e-government, l’e-learning, l’e-inclusion, l’e-culture e l’e-health
Obiettivo specifico
1.1.1– Agenda digitale
Azioni
1.1.1.1.- Adozione di tecnologie per migliorare i servizi urbani della smart city (città intelligente)

ASSE 2 – Sostenibilità dei servizi e della mobilità urbana
Priorità
4.c – Sostenere l’efficienza energetica, la gestione intelligente dell’energia e l’uso dell’energia rinnovabile nelle infrastrutture pubbliche, compresi gli edifici pubblici, e nel settore dell’edilizia abitativa.
4.e – Promuovere strategie per basse emissioni di carbonio per tutti i tipi di territorio, in particolare le aree urbane, inclusa la promozione della mobilità urbana multimodale sostenibile e di pertinenti misure di adattamento e mitigazione.
Obiettivi specifici
2.1.1 – Energia
2.2.1 – Mobilit
Azioni
2.1.1.1- Risparmio energetico negli edifici pubblici
2.1.1.2- Illuminazione pubblica sostenibile
2.2.1.1 – Nodi di interscambio modale
2.2.1.2 – Servizi di mobilità condivisa e flotte eco-compatibili
2.2.1.3 – Infomobilità e sistemi di trasporto intelligenti
2.2.1.4 – Mobilità lenta

ASSE 3 – Servizi per l’inclusione sociale
Priorità
9.iv – Miglioramento dell’accesso a servizi accessibili, sostenibili e di qualità, compresi servizi sociali e cure sanitarie d’interesse generale
9.ii – Integrazione socioeconomica delle comunità emarginate quali i Rom
9.vi – Strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo
9.i – Inclusione attiva, anche per promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva, e migliorare l’occupabilit
Obiettivi specifici
3.1.1 – Disagio abitativo
3.2.1 – Marginalità estrema
3.4.1 – Inclusione digitale
Azioni
3.1.1.1 – Abitare protetto, assistito e condiviso
3.1.1.2 – Prevenzione dell’emergenza abitativa
3.2.1.1 – Servizi per l’inclusione delle comunità Rom, Sinti e Camminanti
3.2.1.2 – Servizi per l’inclusione dei senza dimora
3.3.1.1 – Attivazione di servizi negli immobili inutilizzati
3.4.1.1 – Alfabetizzazione e servizi per l’inclusione digitale

ASSE 4 – Infrastrutture per l’inclusione sociale
Priorità
9.b – Sostenere la rigenerazione fisica, economica e sociale delle comunità sfavorite nelle aree urbane e rurali
Obiettivi specifici
4.1.1/2/3 – Infrastrutture per l’inclusione e l’attivazione sociale
Azioni
4.1.1.1 – Realizzazione e recupero di alloggi
4.1.1.2 – Anagrafe degli assegnatari
4.1.2.1 – Alloggi e spazi per servizi dedicati alle comunità Rom, Sinti, Camminanti e senza dimora
4.1.2.2 – Alloggi e spazi per servizi dedicati ai senza dimora
4.1.3.1 – Recupero di immobili inutilizzati da adibire a servizi

ASSE 5 – Assistenza tecnica
Obiettivo specifico

5.1 – Sostenere l’esecuzione del programma operativo nelle sue principali fasi di preparazione, gestione, sorveglianza e controllo
Azioni
5.1.1 – Gestione
5.1.2 – Comunicazione

DESTINATARI

  • Cittadini, imprese e city users metropolitani;
  • individui e famiglie in condizione di disagio o vulnerabilità abitativa;
  • individui e nuclei familiari appartenenti alle comunità Rom, Sinti e Camminanti;
  • persone senza fissa dimora;
  • individui e gruppi residenti o city users in aree identificate sulla base delle loro caratteristiche di marginalità, illegalità diffusa, concentrazione di disoccupazione;
  • individui in condizioni di elevata fragilità e/o deprivazione materiale, stranieri, beneficiari di protezione internazionale, sussidiaria e umanitaria e richiedenti asilo, migranti;
  • cittadini e stranieri residenti in condizioni di grave disagio abitativo regolarmente iscritti nelle liste di affidamento dell’edilizia economica e popolare e alloggi sociali.

BENEFICIARI
ASSI I e II: autorità urbane, altre amministrazioni comunali o loro società di scopo interamente pubbliche.
ASSE III: autorità urbane, altre amministrazioni comunali, soggetti del terzo settore, Enti pubblici proprietari degli immobili oggetto di ristrutturazione.
ASSE IV: autorità urbane, altre amministrazioni comunali e loro società di scopo responsabili della gestione del patrimonio pubblico per edilizia sociale, soggetti del terzo settore.

AREE GEOGRAFICHE AMMISSIBILI
Le aree interessate dal PON sono 14:
– le 10 città metropolitane individuate con legge nazionale (Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Roma, Torino, Venezia e Reggio Calabria);
– le 4 città metropolitane individuate dalle Regioni a statuto speciale (Cagliari, Catania, Messina e Palermo).

DOTAZIONE FINANZIARIA
Risorse disponibili 892.933.333,00 euro di cui:
– FESR + FSE: 588.100.000,00 euro
– Cofinanziamento nazionale: 304.833.333,00 euro

PAROLE CHIAVE
Ambiente, energia, clima, trasporti, mobilità, inclusione, tic.

LINK UTILI
DPS
http://www.dps.gov.it/it/programmazione_1420/PON_Metro/index.html
http://www.dps.gov.it/opencms/export/sites/dps/it/documentazione/Programmazione_1420/PON_Metro/PON-METRO_22072014.pdf