Eni Med


FONTE UFFICIALE
Programma di cooperazione transfrontaliera esterna 2014-2020.
Regolamento (EC) N° 232/2014 del Parlamento e del Consiglio europeo dell’11 Marzo 2014

DURATA
01/01/2014 – 31/12/2020

ENTE EROGATORE
– Per la parte FESR: Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale.
– Per la parte ENI – Commissione Europea – EuropeAid: Direzione Generale per lo sviluppo e la cooperazione.

FONTE UFFICIALE
http://www.enpicbcmed.eu/

AUTORITÀ DI GESTIONE
Regione Sardegna
Dr. Francesco Ventroni – Centro Regionale di Programmazione
tel. 0706064666 fax 0706064684 – fventroni@regione.sardegna.it
Anna Maria Catte, Direttore Generale
Tel: +39 070 606 7504 – enpi.jma@regione.sardegna.it

OBIETTIVO GENERALE
L’obiettivo generale del Programma Med ENI CBC è quello di migliorare la prosperità e la politica di vicinato tra gli Stati membri dell’UE e i paesi terzi limitrofi.

OBIETTIVI TEMATICI E PRIORITÀ
1 Competitività e sviluppo PMI
1.1: Supporto a start up innovative e a imprese in rapida crescita, con particolare attenzione per i giovani e le donne imprenditrici, facilitando i diritti di proprietà intellettuale e la commercializzazione, se necessario;
1.2: Rafforzamento del sostegno a reti, cluster, consorzi e cordate di valore aggiunto in settori tradizionali e non tradizionali dell’euro-mediterraneo;
1.3: Incoraggiare le iniziative di turismo sostenibile e le azioni volte a identificare e diversificare nuovi segmenti e nicchie di mercato.

2 Sostegno all’istruzione, ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione
2.1: Supporto al trasferimento tecnologico e alla commercializzazione dei risultati della ricerca attraverso il rafforzamento dei legami tra la ricerca, l’industria e gli attori del settore privato;
2.2 Sostegno alle PMI nell’accesso alla ricerca e all’innovazione anche attraverso il clustering (raggruppamento).

3 Promozione dell’inclusione sociale e lotta alla povert
3.1: Fornire ai giovani, in particolare quelli appartenenti alla categoria NEET (Not in Education, Employment o vocational Training) e alle donne competenze spendibili sul mercato;
3.2: Sostenere gli attori economici sociali e della solidarietà in termini di miglioramento delle capacità e nella cooperazione con le amministrazioni pubbliche per l’erogazione di servizi.

4 Tutela dell’ambiente, adattamento e mitigazione degli effetti del cambiamento climatico
4.1: Acqua: sostenere iniziative sostenibili volte a trovare soluzioni innovative e tecnologiche per aumentare l’efficienza idrica e incoraggiare l’uso di approvvigionamento d’acqua non convenzionale;
4.2: Rifiuti: ridurre la produzione di rifiuti urbani e promuovere la raccolta differenziata e lo sfruttamento ottimale della sua componente organica;
4.3: Energia rinnovabile e efficienza energetica: supporto ai costi di riqualificazione economica e energetica innovative per particolari tipologia di edifici e zone climatiche, con particolare attenzione agli edifici pubblici;
4.4: Gestione integrata delle zone costiere (GIZC) – integrare l’approccio di gestione Ecosystem-Based per la GIZC nella pianificazione dello sviluppo locale, attraverso il miglioramento del coordinamento territoriale intra e tra le diverse parti interessate.

DESTINATARI

  • Personale e organizzazioni coinvolte nel processo decisionale e all’attuazione delle politiche nelle priorità di investimento sopra elencate;
  • cittadini e i gruppi interessati da tali politiche potranno beneficiare di una migliore governance e attuazione.

BENEFICIARI

  1. Paesi e regioni partner e relative istituzioni;
  2. enti decentralizzati dei paesi partner quali regioni, dipartimenti, province e comuni;
  3. organismi misti istituiti dai paesi e dalle regioni partner e la UE;
  4. organizzazioni internazionali, tra cui le organizzazioni regionali, servizi e missioniONU, istituzioni finanziarie internazionali e banche di sviluppo, nella misura in cui contribuiscono agli obiettivi del programma;
  5. istituzioni e organi comunitari, ma solo ai fini dell’esecuzione delle misure di sostegno;
  6. agenzie dell’Unione Europea;
  7. enti e organismi degli Stati membri, dei paesi e delle regioni partner di qualsiasi altro Stato terzo, conformemente alle norme in materia di accesso all’assistenza esterna della UE, nella misura in cui esse contribuiscano agli obiettivi del programma:
    – enti pubblici o parastatali, enti locali o amministrazioni e relativi consorzi;
    – società, imprese e altre organizzazioni e operatori economici privati;
    – istituzioni finanziarie dedite alla concessione, promozione e finanziamento di investimenti privati nei paesi e nelle regioni partner;
    – attori non statali quali definiti al punto (h);
    – persone fisiche;
  8. i seguenti attori non statali:
    – organizzazioni non governative;
    – organizzazioni che rappresentano minoranze nazionali e/o etniche;
    – organizzazioni professionali e gruppi d’iniziativa locali;
    – cooperative, sindacati, organizzazioni rappresentative degli attori economici e sociali.

PAESI AMMISSIBILI

  • Italia: Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana
  • Spagna: Andalusia, Catalogna, Comunità Valenciana, Murcia, Baleari, Ceuta, Melilla
  • Regno Unito: Gibilterra
  • Portogallo: Algarve
  • Francia: Corsica, Languedoc-Roussillon, Provenza-Alpi-Costa Azzurra
  • Malta: l’intero paese
  • Grecia: Anatoliki Makedonia – Thraki, Kentriki Makedonia, Thessalia, Ipeiros, Ionia Nisia, Dytiki Ellada, Sterea Ellada, Peloponnisos, Attiki, Voreio Aigaio, Notio Aigaio, Kriti
  • Cipro: l’intero paese
  • Turchia: TR21 (Tekirdağ, Edirne, Kırklareli), TR22 (Balikesir, Çanakkale), TR31 (İzmir), TR32 (Aydın, Denizli Muğla), TR61 (Antalya, Isparta, Burdur), TR62 (Adana,Mersin), TR63 (Hatay, Kahramanmaraş, Osmaniye)
  • Marocco: Orientale, Taza-Al Hoceima-Taounate, Tanger-Tetouan
  • Algeria: Tlemcen, Ain Temouchent, Oran, Mostaganem, Chlef, Tipaza, Alger, Boumerdes, Tizi Ouzou, Bejaia, Jijel, Skika, Annaba, El Tarf
  • Tunisia: Madanin, Qabis, Safaqis, Al Mahdiyah, Al Munastir, Susah, Nabeul, Bin Arous, Tunis, Al Arianah, Banzart, Bajah, Juridubah
  • Libia: Nuquat Al Kharms, Al Zawia, Al Aziziyah, Tarabulus, Tarunah, Al Khons, Zeleitin, Misurata, Sawfajin, Surt, Ajdabiya, Banghazi, Al Fatah, Al Jabal Al Akhdar, Damah, Tubruq
  • Egitto: Marsa Matruh, Al Iskandanyah, Al Buhayrah, Kafr ash Shaykh, Ad Daqahliyah, Dumyat, Ash Sharquiyah, Al Isma’iliyah, Bur Sa‘id
  • Giordania: Irbid, Al-Balga, Madaba, Al-Karak, Al- Trafila, Al-Aqaba
  • Palestina, Israele e Libano: l’intero paese
  • Syria: Al Ladhiqiyan, Tartus (L’attuale sospensione della cooperazione con la Siria si applica anche al presente Programma)

MODALITÀ, PROCEDURE E TIPOLOGIE DI PROGETTI
Le risorse del programma vengono attribuite attraverso diverse tipologie di bandi (calls for project proposals).

Tipologie di progetti finanziati:
1. Progetti strategici:
– Minimo di paesi nella partnership: 4
– Minimo di Paesi Terzi Mediterranei nella partnership: 2
– N. massimo raccomandato di beneficiari: 10
– Beneficiari massimi dello stesso Paese: 3
– Durata: 2-4 anni

2. Progetti Standard
– Minimo di paesi nella partnership: 3
– Minimo di Paesi Terzi Mediterranei nella partnership: 2
– N. massimo raccomandato di beneficiari: 7
– Beneficiari massimi dello stesso Paese: 3
– Durata: 2-3 anni

3. Progetti di capitalizzazione
– Contributo minimo EU minimo: 500.000 euro
– Contributo minimo EU massimo: 1.000.000 euro
– Minimo di paesi nella partnership: 5
– Minimo di Paesi Terzi Mediterranei nella partnership: 3
– N. massimo raccomandato di beneficiari: 10
– Beneficiari massimi dello stesso Paese: 3
– Durata: 1-2 anni

DOTAZIONE FINANZIARIA (importi indicativi e non ancora definitivi)
209,057,812 di cui:
– FESR: 104,528,906 euro
ENI 104,528,906 euro

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO
Progetti strategici:
– Contributo minimo EU minimo: 3.000.000 euro
– Contributo minimo EU massimo: 6.000.000 euro

Progetti Standard
– Contributo minimo EU minimo: 1.000.000 euro
– Contributo minimo EU massimo: 3.000.000 euro

Progetti di capitalizzazione
– Contributo minimo EU minimo: 500.000 euro
– Contributo minimo EU massimo: 1.000.000 euro

Ulteriori dettagli saranno specificati nei bandi.

PAROLE CHIAVE
Crescita, sostenibilità, occupazione, innovazione, ambiente, ricerca, competitività, istruzione, lotta alla povertà, inclusione sociale, clima.

LINK UTILI
ENPI CBCMED
PC ENI CBC