IL MOTORE DI RICERCA SULLE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO PER IL VOLONTARIATO E TERZO SETTORE

  1. >
  2. Nazionali
  3. >
  4. Laboratorio di Creatività Contemporanea...

Laboratorio di Creatività Contemporanea per sostenere i centri culturali italiani

ENTE EROGATORE

Ministero della Cultura – Direzione Generale Creatività Contemporanea

SCADENZA

31 luglio 2024 alle ore 16.00

OBIETTIVI

L’avviso pubblico “Laboratorio di Creatività Contemporanea” (ex Creative Living Lab) ha l’obiettivo di sostenere e promuovere i centri culturali italiani nati da progetti di rigenerazione partecipata, luoghi in cui si sviluppano percorsi di innovazione culturale con un impatto sociale e civico e si sperimentano nuove logiche di ingaggio e collaborazione con le comunità del territorio di riferimento.

Gli obiettivi principali sono:

  • supportare la creazione di reti nazionali per la valorizzazione delle risorse artistiche dei territori, specie di quelli cosiddetti “fragili”, anche in una prospettiva di ibridazione di linguaggi e tecniche;
  • consolidare le connessioni tra le organizzazioni che operano nei territori e i soggetti istituzionali che supportano tali progettualità; migliorare i servizi, la fruizione e le funzioni culturali;
  • attivare percorsi di co-programmazione, co-progettazione e implementazione delle attività coinvolgendo artisti e professionisti della cultura, cittadini e soggetti attivi sul territorio;
  • sostenere la ricerca di nuovi linguaggi artistici e culturali, anche nelle forme e nei metodi ibridati tipici della creatività contemporanea;
  • incentivare la ricerca e diffusione di nuove pratiche e la replicabilità di nuovi modelli di organizzazione e di gestione dei nuovi spazi culturali;
  • favorire la sperimentazione di nuovi modelli di collaborazione tra pubblico e privato;
  • promuovere, in particolare tra gli studenti e nelle scuole, l’arte come forma di impegno sociale e di contrasto al degrado.

AZIONI FINANZIABILI

Le candidature ammissibili devono mirare a realizzare iniziative destinate ad avviare percorsi di sviluppo dei luoghi rigenerati rispetto a uno dei seguenti ambiti tematici:

  • Innovazione qualità artistica e culturale
  • Innovazione sociale
  • Innovazione amministrativa e gestionale.

I centri culturali candidati devono essere pronti ad intraprendere un percorso di innovazione e trasformazione dei luoghi rigenerati, attraverso una programmazione biennale, organizzata tenendo conto di un elenco di attività culturali, dove per ciascuna di esse dev’essere riportata l’indicazione dei tempi di realizzazione e i costi stimati.

ENTI AMMISSIBILI

Possono partecipare gli enti non profit con sede in Italia, presenti nei nuovi centri culturali, che devono avere le seguenti caratteristiche:

  • essere uno spazio fisico aperto al pubblico, con sede in Italia;
  • essere stati realizzati attraverso un processo di rigenerazione, recupero e rivitalizzazione di uno o più aree o immobili (di proprietà pubblica o privata, urbana e non) dismessi o sottoutilizzati;
  • essere già attivi e operativi da almeno due anni alla data del 27 maggio 2024 (requisito ridotto a un anno in caso di progettualità presentate in accordo con un ente locale);
  • avere una dimensione principalmente artistica, culturale e creativa;
  • essere in regola con la normativa in tema di edilizia, urbanistica, sicurezza e salute;
  • avere un ruolo attivo nei territori di appartenenza e nelle comunità locali.

Le proposte devono prevedere il coinvolgimento di figure professionali esterne o interne agli enti proponenti con comprovata esperienza (ad esempio, architetti, mediatori culturali, paesaggisti, designer, artisti, registi, film-maker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, storici dell’arte, videomaker, geografi, psicologi, sociologi, antropologi).

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE

Il bando mette a disposizione un ammontare complessivo di 1 milione e 800 mila euro.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il finanziamento erogabile per ciascuna proposta è fissato entro il limite massimo di € 100.000,00 IVA inclusa, nella misura massima dell’80% del costo ammissibile
indicato nel quadro economico di progetto.

Il cofinanziamento a carico del soggetto proponente, pari almeno al 20% del costo ammissibile, dovrà essere garantito per mezzo di risorse proprie del soggetto proponente singolo, capofila, associato oppure per mezzo di altri finanziamenti pubblici o privati.

MODALITÀ E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE

La proposta dovrà essere presentata esclusivamente dal legale rappresentante del proponente singolo o capofila utilizzando il Portale Bandi della DGCCa partire dal 20 giugno 2024 ed entro le ore 16:00 del 31 luglio 2024.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Pagina web del bando

Testo del bando

Tag

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Infobandi non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare Infobandi come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.