Bando “Schema di mobilità per artisti e/o professionisti della cultura”

Commissione Europea - DG Cultura - EACEA

Nell’ambito del programma Europa Creativa è stato aperto il bando “Mobility scheme for artists and/or cultural professionals”. Si tratta della seconda iniziativa messa in atto dalla Commissione europea per favorire la messa a punto di un sistema di sostegno alla mobilità nel settore culturale, dopo il progetto pilota i-Portunus attualmente in corso.
L’obiettivo del bando è, infatti, sviluppare e attuare azioni di mobilità individuale di breve durata attraverso la fornitura di sostegno finanziario ad artisti e/o professionisti del settore culturale. Più in particolare, tenendo conto anche dei risultati di i-Portunus


Assi Progress ed EURES – MobiliseSME

Commissione Europea DG Occupazione, Affari Sociali & Inclusione

Il bando intende promuovere e sostenere una mobilità lavorativa più internazionale dei dipendenti, dei dirigenti e dei titolari delle imprese, in particolare delle PMI. La mobilità offrirà la possibilità di acquisire nuove capacità e competenze professionali per il personale coinvolto, così come di creare nuove opportunità di business e partnership per le imprese.


Makers’ Mobility

Commissione Europea - DG Cultura - EACEA

[Il bando intende sostenere la recente diffusione in Europa di realtà quali hub creativi, maker-space, fab lab e simili, ovvero nuovi modelli di co-creazione e co-lavoro che hanno avuto impatto non solo sui processi produttivi e di innovazione contemporanei, ma anche sulla società in generale.
I makers sono i protagonisti di un ecosistema innovativo capace di creare valore e nuove forme di occupazione.


Migliorare la consapevolezza dei diritti di cittadinanza e l’inclusione dei cittadini «mobili» dell’UE, sostenere la collaborazione fra autorità nazionali competenti in materia elettorale

Commissione Europea - DG Giustizia

Il bando mira a sostenere gli sforzi degli Stati membri nell’affrontare le sfide derivanti dalla mobilità all’interno dell’UE e allo stesso tempo promuovere e facilitare l’esercizio effettivo dei diritti di libera circolazione dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari. Le attività progettuali dovrebbero favorire l’inclusione di successo e la partecipazione dei cittadini dell’Unione in mobilità geografica e dei loro familiari nella vita civile e politica del paese UE ospitante e la loro partecipazione alla vita democratica dell’Unione europea, in particolare in vista delle elezioni europee 2019.


Scambi e mobilità nello sport

Commissione europea - DG Istruzione, Cultura, Gioventù, Sport - Unità Sport

Il bando intende offrire al personale delle organizzazioni sportive (ai collaboratori degli atleti) l’opportunità di migliorare le loro competenze e qualifiche e di acquisire nuove abilità attraverso misure di mobilità, permettendo ai beneficiari di trascorrere un periodo di tempo in un paese straniero (all’interno e all’esterno dell’UE) a scopo di apprendimento.


Schema di mobilità mirato “Your First Eures Job”

Commissione Europea DG Occupazione, Affari Sociali & Inclusione

L’obiettivo del bando è sostenere lo sviluppo di azioni per l’inserimento lavorativo di giovani cittadini dell’UE di età compresa fra i 18 e i 35 anni in un paese dell’UE diverso dal loro paese di residenza, in Islanda e Norvegia e contribuire a risolvere gli ostacoli alla mobilità.


Reactivate – Programma di mobilità lavorativa intra-UE per disoccupati over 35

Commissione Europea DG Occupazione, Affari Sociali & Inclusione

L’obiettivo del bando è quello di favorire la messa a punto di un programma di mobilità lavorativa intra-UE finalizzato ad aiutare le persone di età superiore ai 35 anni, disoccupate anche di lunga durata e con bassi livelli di qualificazione, a trovare un lavoro, un’opportunità di tirocinio o apprendistato in un Paese UE diverso da quello di residenza al fine di favorire la loro piena integrazione nel mercato del lavoro.


Migliorare l’inclusione e la partecipazione democratica dei cittadini dell’UE in mobilità

Commissione Europea - DG Giustizia

Il bando mira a sostenere gli sforzi degli Stati membri nell’affrontare le sfide derivanti dalla mobilità all’interno dell’UE e allo stesso tempo promuovere e facilitare l’esercizio effettivo dei diritti di libera circolazione dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari. Le attività progettuali dovrebbero favorire l’inclusione di successo e la partecipazione dei cittadini dell’Unione in mobilità geografica e dei loro familiari nella vita civile e politica del paese UE ospitante e la loro partecipazione alla vita democratica dell’Unione europea, in particolare in vista delle elezioni europee 2019.


Horizon Prize for Social Innovation in Europe

Commissione Europea – DG Ricerca e Innovazione

La sfida specifica del Premio è migliorare la vita della popolazione anziana (over 65) sviluppando soluzioni di mobilità innovative, sostenibili e replicabili che consentano a queste persone di preservare la propria autonomia e continuare a partecipare attivamente alla vita sociale e economica. Benché il gruppo target principale sia rappresentato dagli ultrasessantacinquenni, le soluzioni sviluppate possono avere ripercussioni positive anche per altre fasce di popolazione, tra cui le persone a mobilità ridotta.