Sostegno alle organizzazioni della società civile (OSC) nella prevenzione dei conflitti e costruzione della pace nell’Asia orientale e sudorientale

Commissione Europea – DG Sviluppo e cooperazione EuropeAid

Il bando intende sostenere gli attori della società civile nella prevenzione dei conflitti, nella preparazione alla costruzione della pace e alle crisi nell’Asia orientale e sudorientale. Il suo obiettivo è di supportare le azioni attuate dalla società civile (organizzazioni locali della società civile, organizzazioni internazionali non governative) in contesti pertinenti per rafforzare la loro capacità istituzionale, operativa e di rete nel promuovere la coesione sociale e la pace attraverso iniziative culturali.


Culture of Solidarity Fund – Edizione per l’Ucraina

Fondazione Europea per la Cultura

Sostegno ad iniziative di emergenza culturale e azioni culturali europee congiunte per stare con l’Ucraina: informazione indipendente, spazi cultutali sicuri ed espressioni culturali e artistiche per resistere alla dura realtà del conflitto e sostenere un futuro pacifico per l’Ucraina e l’Europa.


Premio giornalistico Lorenzo Natali – edizione 2022

Commissione Europea –- DG DEVCO Cooperazione Internazionale e Sviluppo - DG NEAR Politica Europea di Vicinato e Negoziazione per l'Allargamento

Il premio giornalistico Lorenzo Natali offre riconoscimento ai migliori lavori giornalistici sui temi dello sviluppo sostenibile e inclusivo. Dedicato alla memoria di Lorenzo Natali, ex commissario per lo sviluppo e strenuo difensore della libertà di espressione, della democrazia, dei diritti umani e dello sviluppo, è stato istituito nel 1992 dalla Commissione europea per illustrare come le grandi storie possono cambiare il mondo e premia i giornalisti che a volte mettono a rischio anche la loro vita per garantire la libertà di informazione.


Bando VIVA Girls – prima scadenza 2020

MADRE

Contributi da 100 a 20mila dollari US per sostenere la leadership, il potere, la creatività e l’organizzazione comunitaria di ragazze e giovani donne delle comunità di tutto il mondo in cui le loro condizioni di vita sono più difficili a causa delle guerre, della crisi climatica e della violenza di genere.